closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Desiderio e malinconia sulle colline di Israele

Il romanzo d'esordio di Eshkol Nevo. Sullo sfondo dell’assasinio di Rabin, un narratore esterno riannoda i fili di vicende ambientate in una ex enclave araba abbandonata

Ambientato alla metà degli anni Novanta, quando le speranze di pace di israeliani e palestinesi furono spazzate via dall’assassinio di Rabin, e situato nel microcosmo di Castel, un villaggio appollaiato in cima a una collina a metà strada fra Tel Aviv e Gerusalemme, Nostalgia (Neri Pozza, pp. 352, euro 17,00) è il romanzo d’esordio di Eshkol Nevo, già pubblicato da Mondadori nel 2007 nella traduzione di Elena Loewenthal, e ora presentato in una edizione, curata da Raffaella Scardi, che tiene conto di alcune integrazioni da parte dell’autore. «Non c’è una Tel Aviv celeste e una terrestre. C’è solo una banale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi