closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Esotici rendez-vous con l’alterità

Racconti antropologici . Dai materiali tratti da viaggi in paesi remoti, Jean Talon trae «Incontri coi selvaggi». Ma su questi contatti ravvicinati con l'alterità incombe l'ombra di un beckettiano fallimento

È quando perdono qualsiasi significato credibile che le parole acquistano una seconda esistenza, integralmente poetica. Un po’ come accade alle vecchie monete nelle collezioni numismatiche. Un tempo valevano determinate quantità di cibo, di stoffa, di terreno coltivabile, e adesso eccole qui, coi profili dei tiranni e gli animali araldici, capaci al massimo di valere altri soldi, esiliate per sempre dai confini della vita. Non molto diverso è il destino di tutte quelle parole destituite di fondamento da veri o presunti progressi delle conoscenze. Fanno tutte parte, almeno in potenza, della letteratura perché solo un timbro personale, un allegro o disperato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi